Story Dice: un’app per lo storytelling

Pronti per scoprire una nuova app per lo storytelling? Oggi vedremo insieme come installare ed utilizzare STORY DICE in classe.  Un gioco semplice e veloce che vi sarà di compagnia anche in vacanza o per passare del tempo libero con gli amici.

Un dado per lo storytelling

Vi abbiamo già parlato dello storytelling come metodologia didattica e in un precedente articolo vi abbiamo mostrato come creare un “dado dello storytelling“, intrecciando alla narrazione anche abilità manuali.

Oggi invece vi parliamo di dadi digitali che potete utilizzare da tablet o cellulare per avvicinare in modo creativo i bambini alle tecniche di narrazione: un’app per lo storytelling.

STORY DICE

L’App Story Dice è l’evoluzione digitale del noto gioco da tavola. In sintesi, ci sono dei dadi da tirare. Su ogni dado però, invece che i classici numeri da 1 a 6, troviamo dei simboli, delle immagini. A seconda delle immagini che vengon fuori a seguito del lancio dei dadi bisognerà inventare una storia.

Esistono diverse versioni on-line di questo gioco ma quella che vi suggeriamo di utilizzare è la seguente.

Rispetto all’app classica questa è più colorata e quindi la grafica è più attrattiva, soprattutto per i più piccoli. Anche le immagini sono più semplici da inserire come parole all’interno di una storia.

Per scaricare l’app basta andare nel playstore (per dispositivi Android) o nell’app store (per dispositivi Ios), scrivere Story Dice nella barra di ricerca e cliccare sull’app da scaricare. Al termine basterà cliccare su APRI per iniziare subito a giocare. Tutte le app di questa tipologia hanno delle funzioni molto simili. Vediamo quindi cosa possiamo modificare e quali sono le regole del gioco.

Come utilizzare l'app

La grafica dell’applicazione è davvero molto semplice e intuitiva. Non possiamo personalizzare molte cose ma abbiamo l’essenziale per poter  giocare:

Innanzitutto, per lanciare i dadi, basterà cliccare sul simbolo in basso, al centro dello schermo. Ogni qualvolta andremo a cliccare i dadi si muoveranno dando una combinazione di immagini diversa;

Possiamo poi cambiare il colore dello sfondo, aggiungere o togliere suono/vibrazione, andando sul simbolo dell’ingranaggio (impostazioni) in alto a destra.

Inoltre, possiamo decidere il numero di dadi da lanciare cliccando sulle frecce in alto al centro dello schermo. Ovviamente maggiori saranno i dadi lanciati e maggiore sarà la complessità della storia da raccontare.

Infine, cliccando sul simbolo del lucchetto a destra dello schermo, avremo la possibilità di bloccare il lancio dei dadi. Questa opzione può essere utile per evitare che i giocatori tirino più volte i dadi prima di aver iniziato/concluso la storia.



Le regole del gioco

Le regole del gioco possono essere quelle di base dettate dal gioco da tavola oppure possono essere modificate. Noi suggeriamo di utilizzare delle regole diverse a seconda del nostro target d’età.

  1. In generale, se possibile, vi suggeriamo di fare il mirroring del tablet/cellulare su una lim o monitor touch. In questo modo tutti i bambini avranno modo di conoscere il risultato del lancio del dado.
  2. Facciamo giocare i bambini a turno, prediligendo prima quelli che si offrono volontari, fino ai più timidi. Il gioco è molto inclusivo in quanto non vi sono frasi da leggere o calcoli complessi da fare. È adatto quindi anche per bambini piccoli o per alunni con disturbi specifici dell’apprendimento.
  3. Diamo un tempo massimo. Possiamo farci aiutare da una clessidra o semplicemente un orologio. Diamo per esempio un minuto di tempo per raccontare la storia.
  4. Ricordiamo al bambino che dovrà utilizzare tutti gli elementi di una storia: inizio, svolgimento e fine. Possiamo rendere il tutto più complesso prevedendo un lancio di dadi per ogni parte della storia (un lancio che definisce l’inizio della storia, un secondo lancio che dovrà ispirare lo svolgimento e un ultimo lancio per la conclusione del racconto).

Perchè utilizzare lo storytelling nella didattica?

Si tratta di uno strumento molto utile per conseguire diversi obiettivi:
  1. potenziare il pensiero creativo e narrativo
  2. integrare le tecnologie digitali nella didattica
  3. perseguire alcune delle competenze chiave europee e di cittadinanza

Per maggiori informazioni

Per altre app da inserire nella didattica visita il nostro blog.

Per progetti didattici innovativi dai un’occhiata ai nostri progetti!

Per consulenza per la progettazione di percorsi innovativi, per la formazione e per maggiori informazioni clicca qui!