Gamification: quando il gioco entra in classe

Gamification: l’uso del gioco per migliorare le competenze

I giochi, in qualsiasi forma, aumentano la motivazione attraverso il coinvolgimento.  E non esiste miglior contesto come l’apprendimento.

Il docente ha la possibilità di incorporare fatti essenziali al fine didattico in un contesto narrativo, avviare il processo di apprendimento fornendo una sfida per il partecipante (partendo da un livello elementare a compiti progressivamente più difficili) e, infine, di
valutare i risultati di apprendimento attesi.

Abbiamo già affrontato il tema del gioco e del suo impiego in contesti “seri” e sappiamo che  oggi  ha assunto le sembianze della edutainment   e dei serious game.

Cominciamo a  dire che con il termine GAMIFICATION si intende l’utilizzo di meccaniche e di dinamiche tipiche dei videogame e dei giochi elettronici, all’interno di contesti reali come il lavoro, il consumo e, non ultima, l’istruzione.

Allora…come posso “giocare”  nella mia classe?

Ci sono una varietà di modi per avvicinare la tua classe alla gamification e qui ti forniremo alcune idee da poter attuare subito. Speriamo di stimolare una discussione sull’utilizzo della gamification, fornendo magari dei feedback o nuovi spunti per rendere l’apprendimento più coinvolgente.

Iniziamo col proporvi noi delle idee:

 Assegnare dei badge agli studenti

Per ogni compito terminato, assegnare agli studenti badge. Creare dei badge per le competenze, gli studenti ricevono qualcosa di tangibile, il badge sarà un premio concreto che l’alunno avrà al termine di un compito. Ovviamente otterranno un certificato, ma aggiungere un badge (specialmente se in combinazione con gli step che spiegherò di seguito) fornisce un un premio concreto che può favorire lo spirito di competizione.

Assegnate dei punti

I badge sono fantastici, ma da soli non hanno molto senso. Assegnare dei punti ai badge aiuta a materializzare il valore dell’obiettivo formativo. La formazione su un nuovo argomento, un programma obbligatorio, non avrà lo stesso numero di punti di un argomento volontario su una competenza tecnica o di una ricerca.

Quando si tratta di argomenti più tecnici o argomenti meno generali ovviamente darete un valore più alto in base ai requisiti del corso. I badge sono assegnati comunque, ma quando ai badge associate anche i punti, i badge ottengono un valore più profondo.
Avere 50 o 70 badge (competenze) che valgono 5 punti è ottimo, ma non è niente in confronto a 5 badge da 400 punti. I punteggi totali dovrebbero essere mostrati nella classifica generale per mostrare i punteggi più alti all’interno della classe.

Integra videogiochi educativi 

L’uso di giochi consente agli studenti di fallire, superare e perseverare.

Classifiche

Le classifiche possono diventare un ottimo strumento di motivazione. Mostra chiaramente i punti di ogni può essere un ottimo modo per motivare gli studenti, anche se bisogna fare attenzione a non demotivare gli studenti che non apprezzano la competizione. Quando usate correttamente, le classifiche aiutano a mostrare le competenze del team e le differenze tra i vari gruppi.

Rendiamo l’apprendimento  stimolante.

Queste sono solo alcuni spunti basati sulle esperienze che abbiamo avuto e ovviamente non sia adattano a qualunque situazione. La maggior parte degli studenti preferiscono ottenere riconoscimenti, punti e premi rispetto ai tradizionali certificati. Assicuratevi che siano struttati e pensati con cognizione.

Adesso tocca a voi…aspettiamo i vostri feedback!