Come realizzare coriandoli ecologici per Carnevale

Maschere, coriandoli, dolci e scherzi…anche voi non vedete l'ora che arrivi Carnevale?

Il Carnevale è una delle feste più amate da grandi e piccini proprio perché si ha la possibilità di travestirsi e divertirsi insieme. Oltre a trovare un costume da indossare ciò che proprio non può mancare sono i coriandoli, che ci mettono tanta allegria e che riempiono le strade di colore.

I coriandoli però spesso contribuiscono allo spreco di carta e plastica. Sapete che ci sono delle alternative ecologiche e sostenibili?

Vediamo insieme come fare!

Coriandoli di carta riciclata

Realizzare i coriandoli può essere un'attività divertente da svolgere anche a casa o in classe per insegnare ai bambini l'importanza del riciclo e del rispetto dell'ambiente. Ognuno di noi avrà sicuramente della carta inutilizzata riposta in qualche cassetto, come ad esempio vecchie riviste, fogli di giornale, carta da regalo, carta pesta o cartoncini avanzati da precedenti lavoretti. Ci serviranno solo tre oggetti: i fogli di carta, una bucatrice e delle forbici. Il procedimento è molto semplice: basta ritagliare delle strisce di circa 2-3 cm di larghezza, sovrapporle e utilizzare la bucatrice per ricavare i coriandoli. Infine possiamo prendere delle bustine di plastica, sempre riciclate, per conservare i coriandoli. 

Se vogliamo realizzare delle forme alternative possiamo acquistare delle perforatrici specifiche create appositamente per i coriandoli. Ce ne sono a forma di stella, di cuoricini, di triangoli.

Coriandoli di foglie secche

La nostra seconda proposta è ancora più ecologica. Consiste nel ricavare i coriandoli da foglie secche. I bambini apprezzeranno sicuramente questa alternativa in quanto sarà un'occasione per uscire e andare in un parco a raccogliere le foglie cadute. Possiamo aumentare la difficoltà chiedendogli di raccogliere foglie di sfumature diverse per rendere i coriandoli ancora più colorati. Il procedimento poi resta lo stesso, basta prendere la bucatrice e ritagliare i vari cerchietti.

Questa attività unisce l'attività motoria all'adozione di comportamenti responsabili per contrastare lo spreco e l'inquinamento ambientale.

Coriandoli di petali di fiori

I fiori sono molto delicati e purtroppo dopo pochi giorni tendono ad appassire. Se abbiamo dei fiori in casa a cui vogliamo dare una seconda vita possiamo staccare i petali e metterli in un vassoio per farli seccare. Possiamo seccarli poggiandoli su un davanzale, se c'è una giornata mite e soleggiata, o in alternativa possiamo utilizzare il forno. In questo caso è necessario mettere un foglio di carta forno su una teglia e poi stendere i petali, che verranno infornati a 180° per circa 10 minuti.

Quando ci sembrano secchi allora vuol dire che sono pronti. Possiamo utilizzarli così o dargli la forma che più preferiamo.

Un'alternativa alla bucatrice per i nostri coriandoli

Se non avete delle perforatrici o delle bucatrici non preoccupatevi. Potete realizzare i coriandoli ripiegando i fogli su se stessi in verticale, praticando dei piccoli tagli nei lati e tagliando man mano le estremità. 

Ti piacerebbe conoscere piattaforme e strumenti per insegnare ai tuoi studenti a rispettare l'ambiente?

Sei alla ricerca di altre risorse per il Carnevale?