La dislessia raccontata in una canzone d’amore: “L’arome secco sé”

Non è la prima volta che ci occupiamo di una canzone che parla di dislessia. L’abbiamo fatto 2 anni fa con l'”anisello Nunù“, seconda classificata al festival dello zecchino d’oro.

Lorenzo Baglioni e AID

Oggi invece vi parliamo di Baglioni. Il cantautore fiorentino ha lanciato il suo nuovo singolo in collaborazione con l’Associazione italiana della dislessia, a cui andrà tutto il ricavato delle vendite della canzone. Il brano ripercorre le emozioni e le difficoltà di Marco, ragazzo con dislessia, che s’innamora di una compagna di classe. “Siamo orgogliosi di questa collaborazione con Lorenzo Baglioni, che, con estrema sensibilità, porta l’attenzione del pubblico sulla dislessia, un disturbo al centro della nostra missione da oltre 20 anni – commenta Sergio Messina, presidente dell’Aid – L’impegno dell’Associazione è continuo per coinvolgere e far crescere la consapevolezza sui disturbi specifici dell’apprendimento. In questi anni, tra i successi più importanti, l’approvazione della legge 170/2010, la prima a tutelare il diritto allo studio dei bambini e dei ragazzi con Dsa

Il testo della canzone

Spesso quando si parla di dislessia si pensa solo al rendimento scolastico dei ragazzi. In realtà questo disturbo interessa anche la vita di tutti i giorni. Nel caso di Marco, la dislessia diventa un ostacolo nella lettura di un biglietto d’amore che gli lascia una sua compagna di classe, Alice.

Il video

Il video della canzone è ambientato a scuola. Un luogo che Baglioni, essendo docente, conosce molto bene.

Abbiamo letto i commenti al video sul canale Youtube e ne abbiamo scelti alcuni da riportare in questo articolo:

Complimenti, leggera, giovanile non pretenziosa di esaurire il vasto e complesso tema, senza pietismo e da padre di dislessica mi ha strappato una lacrima al pensiero della sua prima cotta. Bravo Lorenzo

Raffaele Di Giorgio

Ciao Lorenzo!! Sono Logopedista specializzata in dislessia e sono dislessica adulta. Ho appena ascoltato la tua canzone qui con i miei ragazzi. Da parte mia, di Miriam, Federico e Andrea, e tutti gli altri che ora non ci sono, ti ringraziamo di cuore per questa bellissima canzone. Noi facciamo tanto volontariato e tu ci aiuterai molto con questa canzone….. GRAZIE!!!!

Lucia Fusco

Ho scoperto quest’anno che mio figlio fa la terza media che è dislessico, dolore, sollievo, un misto di emozioni, non riesco a smettere di ascoltare la tua canzone, con le lacrime agli occhi!! Complimenti!!

Nadia Bosi
Video ufficiale

Il testo

Vi lasciamo al testo della canzone e vi ricordiamo che tutto il ricavato della vendita della canzone verrà destinato ai progetto di AID a favore dei ragazzi con disturbi specifici dell’apprendimento per cui fatevi sotto!

Spotify (L’arome secco sè) ▶ https://open.spotify.com/album/1gARpz… iTunes (L’arome secco sè) ▶ https://itunes.apple.com/it/album/lar…

Ciao, mi chiamo Marco
Ho 12 anni e mezzo e sono dislessico
Per me leggere un libro è più difficile
Che andare a nuoto in Messico

Mi piace molto Alice Lotti
In classe mia piace un po’ a tutti
E lei mezz’ora fa (mezz’ora fa)
Mi ha messo un biglietto nello zaino
L’ho letto a ricreazione e sarà per l’emozione
E un po’ per la dislessia
Che nel biglietto, a colpo d’occhio
Ho letto questa cosa qua
Eh già

RIT:

Marco io l’arome non so secco sé
Ma te si devo davo in consufione e setno che
Il cuore bitte fa
Po ro pom, po ro pom pom pom (x3)
L’arome secco sé

Non so se posso dire che ho capito Proprio bene cosa dice
Mi tremano le mani
E sento che mi è andata quasi via la voce
Ma questo è un classico per me
Che quando leggo ad alta voce o piano
Non capisco e sembro strano e lei
Neanche lo sa (neanche lo sa)
L’ho letto in fretta
E le parole sue mi sono sembrate queste qua

Ritornello

Che poi l’arome è l’amore
Adesso ho capito, era solo un errore
È che quando leggo mi perdo, anche spesso
È vero confesso, signor direttore
E inciampo e invento parole nuove
In consufione come il T9
E piove ma sorrido perché Alice a ricreazione
Mi ha lasciato un biglietto
E c’è scritto, leggo

Ritornello

Se l’articolo vi è piaciuto continuate a seguirci! Per maggiori informazioni sulle nostre attività con gli istituti scolastici, non esitate a contattarci.