Il fumetto come strumento di promozione territoriale – ComiCity

Il fumetto come strumento di promozione territoriale … Ci avreste mai pensato?

Abbiamo parlato diverse volte di come il fumetto si presta ad essere uno strumento didattico. Lo abbiamo utilizzato per migliorare le competenze linguistiche, per conoscere le origini dell’Unione Europea, per parlare di legalità. Stavolta ne parleremo come strumento di promozione territoriale.

ComiCity : il fumetto per raccontare la propria città.

“Il progetto ha lo scopo di far riscoprire le ricchezze del proprio territorio da ogni punto di vista, partendo dai percorsi enogastronomici a quelli di interesse storico, artistico e culturale. Gli alunni potranno scrivere e disegnare un  fumetto che avrà ad oggetto il proprio territorio. A seguito di ricerche e di visite ai siti di maggior interesse storico-culturale verranno creati dei comic che mettono in risalto la storia, le tradizioni e i monumenti del proprio territorio.”

Il percorso è adatto agli Istituti Scolastici di ogni ordine e grado.

Lo abbiamo realizzato sia all’interno di un I.C. che di un I.S., rispettivamente nell’ambito del progetto Scuola Viva e PON.

Vi riportiamo quindi le due esperienze realizzate rispettivamente all’interno di un Istituto Comprensivo e un Liceo.

Istituto Comprensivo “Paolo di Tarso” – Bacoli (NA) – Classi: 4^ e 5^ elementare

I bambini sono stati divisi in tre gruppi. Ogni gruppo, a seguito di una breve introduzione alle tecniche dello storytelling, ha inventato una storia per far conoscere il proprio territorio: Bacoli

Sono stati affrontati diversi argomenti relativi al mondo del fumetto come:
 Storia del fumetto e generi fumettistici;
 Balloon, lettering, onomatopee, tavole, vignette e didascalie;

Dopo aver appreso i concetti di base relativi alla scrittura di una storia ed alla creazione di un fumetto, gli alunni sono stati divisi in 5 gruppi.

Ogni gruppo ha scelto di rappresentare la propria città in modo diverso mostrando particolare attenzione nei confronti di luoghi storici della città. Gli alunni hanno poi svolto delle ricerche sui monumenti guardando documentari e visitando alcuni luoghi di rilevanza storico-culturale. Le destinazioni di questi mini tour sono state le seguenti: tempio di Venere, tempio di Diana, terme di Baia e la casina Vanvitelliana.

I fumetti realizzati sono stati i seguenti:

IL PESCIOLINO ESPLORATORE: la storia parla di un pesciolino di nome Mario che, insieme alla sua famiglia, decide di andare a visitare baia sommersa. Lì incontra un granchio che gli farà da guida e che gli racconterà la storia di come il  ninfeo di Baia sia finito sul fondo del mare;

VIAGGIO NEL TEMPO: il protagonista di questa storia è Matteo, un ragazzo che riesce a costruire una macchina del tempo grazie a dei cristalli magici. Quando il re scopre la possibilità di viaggiare nel tempo invia delle guardie a requisire la macchina. Matteo, mentre è in fuga, fa cadere la macchina del tempo che si rompe scomponendosi in 3 cristalli. La caduta della macchina del tempo produce però anche un altro risultato: Matteo viene teletrasportato in un altro periodo storico. Inizia quindi la ricerca dei 3 cristalli con lo scopo di ricostruire la macchina del tempo per tornare a casa. I cristalli verranno ritrovati rispettivamente: nel tempio di Diana, nell’antro della Sibilla Cumana e nel castello Aragonese. In quest’ultimo luogo Matteo incontrerà la principessa che vive nel castello e deciderà di gettare i cristalli in mare e di restare a Bacoli per vivere la sua storia d’amore.

UNA GIORNATA ALLE TERME DI BAIA: il fumetto documenta la giornata che il gruppo classe ha trascorso alle terme di Baia  rappresentando alcuni luoghi e che sono stati visitati.

DIVENTERO’ GUIDA?: il protagonista di questo fumetto è un giovane che vince un concorso per fare uno stage come guida turistica a Bacoli. Affiancato da una guida esperta inizierà a conoscere alcuni dei monumenti storici di Bacoli.

LA CONQUISTA DEL CASTELLO DI BAIA: un soldato spagnolo di nome Carlo è impegnato nella conquista castello di Baia. Anche quando il suo generale muore, continua ad incoraggiare i compagni all’attacco e alla fine riescono a conquistare il castello che era occupato dai francesi.

I lavori sono stati scansionati e caricati on-line sulla piattaforma padlet.

 

Liceo Statale “Regina Margherita” – Salerno (SA) – Classi del Biennio

Questa volta i protagonisti del progetto di promozione territoriale sono stati gli alunni del biennio del Liceo “Regina Margherita” di Salerno.

Anche stavolta agli alunni sono state spiegate le tecniche dello storytelling e le basi per la realizzazione del fumetto. Le visite guidate e gli approfondimenti  hanno invece riguardato i seguenti luoghi: i giardini della Minerva, il Duomo di Salerno, il Museo Diocesano di Salerno e La Nuova Stazione Marittima.

Il fumetto realizzato racconta la storia di alcuni studenti in viaggio d’istruzione a Salerno provenienti da una scuola umbra; quattro ragazzi si allontanano dal gruppo rendendosi troppo tardi di essere rimasti da soli in una città a loro sconosciuta. Armati soltanto di una mappa della città, iniziano il  tour alla ricerca dei compagni, scoprendo le bellezze, la storia e le tipicità della città campana.

Anche in questo caso il fumetto è visionabile on-line .

Vuoi maggiori informazioni su come realizzare un fumetto sul marketing territoriale in classe?

Contattaci!