Crowdfunding a scuola: il corso on-line per i PCTO.

Perchè parlare di crowdfunding a scuola?

Per realizzare un progetto o un’idea imprenditoriale è necessario avere a disposizione un capitale da investire. Nella maggior parte dei casi la mancanza di fondi è l’ostacolo principale per coloro che vogliono iniziare un’attività e dare vita ad una start up. Proprio per questo in tutto il mondo si sono sviluppate varie piattaforme di crowdfunding, come Eppela e Kickstarter che sono tra le più famose in Italia. Insegnare già ai ragazzi che frequentano la scuola come sfruttare questa nuova forma di finanziamento dal basso permetterà loro di acquisire competenze che potrebbero essere ben spese nella vita personale o lavorativa. Non parliamo solo dell’ambito imprenditoriale ma anche di quello sociale, culturale, etc… Eh si! Il crowdfunding viene ormai utilizzato per raccogliere denaro in diversi settori.

Ma che cos’è il crowdfunding?

Il crowdfunding è oggi tra le forme più diffuse ed efficaci di finanziamento. È uno strumento utile per reperire fondi e trovare investitori per progetti imprenditoriali e creativi. I fundraiser, ciò coloro che richiedono donazioni volte a supportare la loro causa, utilizzano delle piattaforme per presentare le loro idee e raggiungere un ampio pubblico di potenziali investitori.

Vediamo come funziona

Le piattaforme di crowdfunding sono siti web su cui i fundraiser possono pubblicare la loro campagna di raccolta fondi. Generalmente sono divise per campo d’interesse, ad esempio alcune promuovono attività legate ad un settore specifico come l’arte, l’istruzione, o l’editoria, mentre altre racchiudono progetti di varia natura.

Ci sono vari tipi di piattaforme, come quelle reward based, che in cambio di donazioni di denaro prevedono una ricompensa o un riconoscimento, e quelle donation based, utilizzate principalmente dalle organizzazioni no profit per finanziare iniziative senza scopo di lucro.

Come si progetta una campagna di crowdfunding?

Conoscere il crowdfunding, le varie piattaforme e le strategie di marketing da utilizzare è molto utile, non solo per le aziende, ma per tutti coloro che hanno un progetto da realizzare. Non tutte le campagne vanno a buon fine proprio perchè, come abbiamo detto, sono necessarie conoscenze e competenze nel campo della comunicazione e della promozione.

Paidea ha realizzato un corso in e-learning, oltre alla classica formazione frontale, che ti  fornirà  tutti  gli  strumenti  necessari  per  iniziare una  campagna di crowdfunding. Il corso è fruibile online, quindi è accessibile in qualsiasi momento e in qualsiasi luogo in base alle necessità dell’utente e comprende 10 lezioni, per un totale di 20 ore, in cui si approfondiranno le seguenti tematiche:

  1. Cos’è il crowdfunding?
  2. I diversi tipi di crowdfunding
  3. Cos’è una piattaforma di crowdfunding
  4. I diversi tipi di piattaforme di crowdfunding
  5. Preparazione di una campagna di crowdfunding
  6. Le fasi di lancio di un progetto
  7. Parte II – Le fasi di lancio di un progetto
  8. Parte III – Le fasi di lancio di un progetto
  9. Cosa fare a campagna in corso
  10. Esito della campagna di crowdfunding.

Dopo ogni Unit ci sono degli esercizi da svolgere e alla fine del corso è previsto un project work in cui verrà richiesto agli utenti di simulare la realizzazione di una raccolta fondi per un causa che hanno a cuore o per un progetto che vogliono portare avanti. Dei tutor li supporteranno nella creazione della campagna e saranno a disposizione per qualsiasi tipo di chiarimento o aiuto pratico e, a lavoro finito, daranno una valutazione.

Al termine del corso verranno certificate le 20 ore di attività e le competenze acquisite dai ragazzi.

Un corso di crowdfunding per i PCTO (ex Alternanza scuola-lavoro)?

Avvicinare i ragazzi al crowdfunding vuol dire fornirgli maggiori possibilità di realizzare i loro sogni e coinvolgerli in attività imprenditoriali, sociali, culturali e ambientali. Grazie al crowdfunding si possono raggiungere obiettivi concreti facendo leva sul supporto reciproco e sull’impegno collettivo.

Le competenze acquisite potrebbero essere utili anche per attivare concretamente una campagna di crowdfunding all’interno dell’Istituto Scolastico. Sempre più istituti italiani di ogni ordine e grado raccolgono soldi per poter finanziare i propri progetti.

Rendere partecipi gli studenti nel processo di miglioramento della propria scuola, sia dal punto di vista strutturale che per l’introduzione di supporti tecnologici e digitali, è un ottimo modo per far sì che essi sviluppino delle capacità che potranno utilizzare in vari ambiti e spendere nel mondo del lavoro, e per renderli responsabili nei confronti del proprio istituto e della propria formazione.

Alcuni progetti realizzati grazie al crowdfunding

Avrai sicuramente sentito parlare di Exploding Kittens. Ma sapevi che questo progetto è stato realizzato grazie al crowdfunding? Per chi non lo conoscesse, Exploding Kittens è un gioco di carte che funziona come una roulette russa: si pescano le carte e se si trova il gattino esplosivo, si è fuori. Il progetto, nel 2015, raggiunse il budget in soli 8 minuti, diventando uno dei finanziamenti più rapidi di sempre. Il gioco è semplice e divertente e da qualche tempo è disponibile anche in versione app per smartphone!

Un altro progetto molto interessante realizzato grazie al crowdfunding è Indovina chi è lei?, versione femminile del famoso gioco da tavolo “Indovina Chi?”. Questo gioco è dedicato interamente alle donne che hanno fatto la storia, in questa versione invece dei particolari fisici ci si interroga sulle grandi imprese di queste donne. È disponibile in 6 lingue e si può acquistare al seguente link .

Progetti realizzati dalle scuole in Italia finanziati con il crowdfunding

Grazie ad una campagna di crowdfunding condotta sulla piattaforma School Raising l’ITI M. Faraday di Roma è riuscito ad acquistare le attrezzature necessarie per completare il proprio Fab Lab dando la possibilità ai ragazzi di sperimentare attività legate alla robotica, alla domotica ed all’automazione. Il Fab Lab è stato percepito come uno spazio a disposizione dei ragazzi del territorio per realizzare i propri progetti.


L’IC5 Santagata di Portici ha ideato un progetto di ristrutturazione e creazione di uno spazio scolastico nuovo: una piccola biblioteca multimediale, accogliente, funzionale e moderna, che funga da ponte tra la scuola e il territorio per formare lettori competenti e cittadini attivi.

Lo scopo è quello di creare un luogo “altro” dove dare l’opportunità agli studenti di riconciliarsi con la lettura, per aprire la scuola al territorio e dare la possibilità alle persone del quartiere di poter prendere in prestito un libro.

Investire nel crowdfunding vuol dire investire nel proprio futuro e nelle proprie possibilità. Iscriviti al nostro corso online per realizzare i tuoi sogni.