Un Golden Globe per uno Spiderman dalle origini italiane!

Spider-Man: Un Nuovo Universo trionfa ai Golden Globe

Avete visto chi sono i vincitori del Golden Globe di quest’anno? La notizia si trova facilmente sul Web! Noi però vogliamo parlarvi di un vincitore in particolare: Spider-Man: Un Nuovo Universo, che ha trionfato nella categoria “Miglior Film d’Animazione”.

Perchè parlare di Spiderman?

Seguiamo il mondo dei fumetti da un po’ e da circa tre anni lo abbiamo calato mondo della didattica con il nostro progetto comic@school. Spiderman è di sicuro uno dei personaggi più conosciuti e più apprezzati. Oggi parliamo non solo del film ma anche della creatrice dello spiderman protagonista della storia: Sara Pichelli.

Spider-Man: Un Nuovo Universo: la storia in sintesi.

La storia è ambientata in un universo alternativo all’interno del quale coesistono tutti gli Spiderman realizzati da diversi creatori… ma forse non sapete che che oltre a Peter Parker ci sono altri uomini ragno.

Allora facciamo un passo indietro!

La storia originale dell’amichevole spiderman di quartiere creato dallo scrittore Stan Lee e dal disegnatore Steve Ditko la conosciamo tutti: Peter Parker viene morso da un ragno radioattivo e da quel momento acquisisce, in proporzione, i “poteri” di un ragno. Riesce a lanciare ragnatele, ad arrampicarsi, ad essere molto agile e veloce ma soprattutto… acquisisce il suo sesto senso di ragno che lo mette in guardia da pericoli imminenti! Spiderman utilizza i suoi poteri per debellare il crimine dal suo quartiere perchè è ben noto che “da grandi poteri derivano grandi responsabilità“. Non mancano episodi tristi come la morte dello zio e della fidanzata Gwen Stacy. Bene… questa non è l’unica storia… o meglio, non è l’unica versione della storia.

Le diverse versioni di Spiderman

Un personaggio così importante con una storia così ben strutturata e con tantissimi fan non poteva non ispirare nuove storie, anche tra i giovani fumettisti (ed anche oltre oceano!). Iniziamo con un veloce elenco fino ad arrivare al nostro Spiderman italiano.

Spider-Gwen: il fumetto nasce con l’idea di far diventare Spiderman un personaggio femminile. Ma la donna morsa dal ragno non è una persona qualsiasi: è Gwen Stacy, la storica fidanzata di Peter Parker. In questo universo è la morte di Peter Parker a dare a Gwen la lezione fondamentale che la porterà a decidere di indossare il costume e combattere il crimine.

The Spectacular Spider-Ham: Il vero nome di questo supereroe è Peter Porker. Parodia dell’Uomo Ragno, Spider-Ham è un supereroe-maiale. 

Peni Parker: altro personaggio femminile ma senza super poteri. Molto simile nei disegni ad un manga, ha in dotazione una tuta biomeccanica con la quale combatte il crimine.

Spider-Man Noir: In questa versione Peter viene morso da un ragno mistico ed è l’incontro in sogno con il Dio Ragno a donargli i poteri che userà per spazzare la corruzione da una New York  che cerca di rialzarsi dopo il crollo delle borse del ’29.

Spiderman: non poteva mancare il nostro Spiderman che ormai ha messo su un po’ di pancia ed è molto impegnato con la sua vita personale!

Ed ora tocca al protagonista: Miles Morales

Miles Morales è un personaggio ideato da Brian Bendis e disegnato da Sara Pichelli. Il personaggio è stato introdotto in sostituzione di Peter Parker che era rimasto ucciso nella saga della morte di Spider-Man.  Morales è stato il primo afro-americano a indossare il costume del supereroe.  Morales veste i panni di Spider-Man solo nell’universo Ultimate, mentre in quello classico il ruolo è ancora affidato a Peter Parker.

Prima di indossare le ragnatele, era solo Miles Morales: nuovo studente della Brooklyn Visions Academy con poteri di ragno segreti! Quando un’invasione segreta di Skrull stravolge Manhattan, Miles deve decidere se dai suoi grandi poteri derivano grandi responsabilità.

Sara Pichelli: un po’ di info

Sara Pichelli è una disegnatrice e fumettista italiana (Roma), principalmente conosciuta per essere stata la prima illustratrice della versione di Ultimate Spider-Man di Miles Morales. Dopo aver iniziato la propria carriera nell’animazione lavorando come storyboarder e character designer, Sara Pichelli è entrata nell’industria del fumetto lavorando per la IDW Publishing per la serie a fumetti Star Trek, prima di essere assunta dalla Marvel Comics nel 2008 dopo essere stata scoperta in un concorso per giovani talenti.

Perchè parlare di spiderman, di fumetto e di disegnatrici.

Quando si parla di fumetto spesso si pensa ad un mero strumento ludico o peggio, si pensa ad un mondo tutto al maschile, soprattutto se si parla di supereroi. Dietro il mondo del fumetto si nascondono invece artisti, sacrifici e tanto lavoro, sia di uomini che di donne. Il fatto che ci sia stata una donna dietro la creazione di un personaggio che ha riscosso tanto successo è un fatto da non sottovalutare. I fumetti rientrano infatti a pieno titolo tra le nove arti. Viene soprannominato appunto “la nona arte”. L’importanza dell’arte e della parità di genere anche in questo campo all’interno della scuola è stata sottolineata anche dalle cosiddette materie STEM che non a caso sono diventate materie STEAM dove la lettera A sta appunto per Arte.

L’arte quindi è aperta a tutti e bisogna sensibilizzare anche le bambine, fin da piccole, che nella vita possono giocare, studiare e costruire le stesse cose che fanno i bambini. Non esistono giochi per maschi e giochi per femmine, non esistono sport per maschi e sport per femmine, non esistono fumetti per maschi e fumetti per femmine. Esiste la libertà di conoscere e quindi scegliere tra ciò che vogliamo fare e ciò che non ci piace fare.