Paidea

Nuovo Pei su base ICF: cosa cambia e nuova modulistica

PEI su base ICF: cos'è?

Il PEI è il Piano Educativo Individualizzato ed è un documento ufficiale che viene scritto dagli insegnati insieme al docente di sostegno, le figure socio-sanitarie che seguono il bambino, sia durante le attività scolastiche sia fuori dall'ambiente scolastico, e la famiglia, che collabora insieme a tutte le altre parti.

Viene redatto anno per anno per permettere un percorso scolastico su misura agli alunni con disabilità certificata.

Non è di certo una novità in quanto è un documento già previsto e utilizzato in tutti gli istituti scolastici di ogni ordine e grado per permettere agli alunni con disabilità di avere un percorso personalizzato. Per essere efficiente, infatti, il PEI deve essere commisurato alle necessità del bambino e deve contenere tutti gli interventi educativi e didattici in modo preciso, gli obiettivi prefissati e i criteri di valutazione del percorso didattico.

Introduzione della classificazione ICF

In base Decreto Legislativo 7 agosto 2019, n. 96 (Norme per la promozione dell’inclusione scolastica degli studenti con disabilità), l’approccio alle nuove tematiche, fondamentale non solo per la scuola e la famiglia, ma per gli stessi alunni, avverrà tramite una progettazione secondo il nuovo sistema ICF (Classificazione internazionale del funzionamento, della disabilità e della salute), sviluppato dall'Organizzazione mondiale della sanità (OMS).

Cos'è l'ICF?

La Classificazione internazionale del funzionamento, della disabilità e della salute (in inglese International Classification of Functioning, Disability and Health; in sigla, ICF) è un sistema di classificazione della disabilità sviluppato dall'Organizzazione mondiale della sanità (OMS).

Il funzionamento e la disabilità sono viste dall'ICF come una complessa interazione tra le condizioni di salute dell'individuo e i fattori ambientali e personali. La classificazione li considera aspetti dinamici e in interazione tra loro, modificabili nel corso della vita di un individuo e pertanto mai uguali a se stessi.

Fonte: Wikipedia

Quali sono le novità?

Con il decreto legislativo n. 96 del 7 agosto 2019 (Decreto Inclusione) il Governo ha scelto di intervenire in maniera sensibile sul tema dell'inclusione scolastica degli alunni con disabilità. Il testo, entrato in vigore il 12 settembre, è andato ad innovare il decreto legislativo n.66 del 2017. Quattro le novità principali che vengono introdotte:

  1. Modifica delle modalità di assegnazione delle ore di sostegno;
  2. Introduzione del Piano Educativo Individualizzato (PEI);
  3. Revisione della composizione delle commissioni mediche che si occupano di accertare la disabilità;
  4. Istituzione dei Gruppi di Inclusione Territoriale (GIT) e dei Gruppi di lavoro operativo per l'inclusione.

Documentazione e modelli PEI in PDF e word

Il decreto ed i modelli sono disponibili sul sito del MIUR oppure li potete scaricare di seguito. I modelli sono diversi per cui trovate di seguito 4 allegati a seconda del grado di scuola.

ALLEGATO PEI INFANZIA

ALLEGATO PEI PRIMARIA

ALLEGATO PEI SECONDARIADI PRIMO GRADO

ALLEGATO PEI SECONDARIA SECONDO GRADO

Per i modelli in word e altra documentazione vi rimandiamo alla pagina del ministero

https://www.istruzione.it/inclusione-e-nuovo-pei/decreto-interministeriale.html#

Aggiornamento Tar Lazio 14 settembre 2021

Il Tar Lazio, con sentenza n. 9795 del 14 settembre 2021 boccia il decreto Interministeriale (Istruzione ed Economia) numero 182 del 2020 recante l'adozione del modello nazionale di PEI e delle correlate linee guida. Al momento non sono ancora disponibili i nuovi modelli, quindi suggeriamo le seguenti rettifiche:

  • due punti su cui interviene il TAR, formazione del GLO ed esonero, non sono trattati nei modelli di PEI e quindi non c'è niente da modificare;
  • vanno eliminate le seguenti caselle della sezione 9: “L'alunno/a frequenta con orario ridotto?" “L'alunno/a è sempre in classe con i compagni?"
  • visto che il TAR ha bocciato il sistema dei range per la quantificazione delle risorse di sostegno che compare negli allegati C e C1, questi ultimi vanno esclusi;
  • questo sistema di range nei quattro modelli di PEI è ignorato nella sezione 11 (verifica) mentre troviamo una tabella sulle “entità delle difficoltà nello svolgimento delle attività comprese in ciascun dominio/dimensione tenendo conto dei fattori ambientali implicati" nella sezione 12 (PEI provvisorio), che riprende la classificazione dei modelli C e C1, ma senza citare i range. A questo proposito consigliamo di eliminare la sopracitata tabella.
  • vanno cancellati tutti i riferimenti al DM 182.

PER APPROFONDIMENTI E ESEMPI PRATICI RICHIEDI L'ATTIVAZIONE DEL CORSO PER DOCENTI PRESSO IL TUO ISTITUTO SCOLASTICO.

Dopo un breve periodi di transizione, il PEI su base ICF sarà l'unico documento previsto negli Istituti Scolastici per tutti gli adempimenti previsti per bambini e ragazzi con disabilità accertate.

Il nostro corso on-line di 6 ore, tenuto da un esperto, vi aiuterà a comprendere la normativa ed a attuarla grazie alla simulazione della compilazione di PEI su base ICF. Il corso è in modalità sincrona per cui ci sarà sempre un esperto presente on-line che potrà rispondere ai vostri dubbi oltre che a fornire materiale didattico ed esempi di pei precompilati.

Exit mobile version