L ‘economia comportamentale e il lavoro del futuro!

Il mondo del lavoro si evolve costantemente e con esso anche le professioni ricercate, spesso si afferma che oggi studiamo “professioni” che non saranno ricercate domani. Partendo da questo presupposto e considerando quella branca dell’economia che, impiegando concetti tratti dalla psicologia, elabora modelli di comportamento alternativi rispetto a quelli formulati dalla teoria economica standard, si possono ricercare delle nuove figure professionali che saranno le protagoniste del mercato del lavoro futuro.

L’economia comportamentale è la materia di  Richard H. Thaler, premio Nobel 2017 per l’economia, e ricerca figure professionali skillate con competenze economiche come di psicologia.  Una premessa da fare è sicuramente la scarsa applicazione dell’economia comportamentale in Italia sia nell’università come nel mercato del lavoro, ma attraverso una serie di studi è stato possibile ricercare 5 nuove professioni che saranno legate ad essa. Da una recente ricerca internazionale si sono evidenziate queste nuove figure, che secondo Thaler, apparterranno al futuro:

  1. Choice Architect (l’architetto delle scelte)
  2. Behavoir Analyst (analista comportamentale)
  3. Behavioral Innovation Director (il Responsabile nell’innovazione delle strategie comportamentali)
  4.  Emphaty trainer(Trainer per intelligenze artificiali)
  5. Designer dei processi

Da questo studio emerge in particolare che i comportamenti umani sono condizionati da, quelle che potremmo definire, ‘scorciatoie mentali’ che vengono utilizzate inconsciamente, così come esistono dei profili professionali che sono più “empatici” e riescono a pianificare e a raggiungere i propri obiettivi professionali e sociali.

Un ruolo fondamentale in questa ‘rivoluzione’ professionale appartiene sicuramente ai formatori,ai consulenti e ai creativi che hanno l’arduo compito di dover facilitare lo sviluppo trasversale di queste competenze all’interno delle aziende.

Siamo così pronti ad innovare la formazione nelle organizzazioni, attraverso la digitalizzazione con un occhio sempre più attento alle risorse umane.

Paidea@work … Stay tuned!