Due modi per leggere il giornale in classe, anche in DAD

Restare sempre aggiornati sulle notizie che accadono nel mondo e confrontare le informazioni che ci vengono fornite è fondamentale per sviluppare una mente critica. Ormai acquistare il giornale è diventata una pratica in disuso, soprattutto tra i più giovani, che cercano strumenti più immediati e diretti. I quotidiani devono competere con l’offerta formativa presente online e spesso ne escono sconfitti.

Si legge in maniera diversa

Per quanto sia corretto affermare che solo una minoranza continua a leggere il giornale, questo non vuol dire che il numero dei lettori è dimunito: è semplicemente cambiato il modo di informarsi. Anche molte testate giornalistiche e molti editori, come conseguenza dell’interesse degli utenti verso i contenuti digitali e, allo stesso tempo, attirati dai costi ridotti della pubblicazione online, hanno spostato il loro interesse verso il mercato digitale. Soprattutto gli adolescenti e le fasce più giovani consultano con molta più frequenza i giornali online, sia perchè i contenuti sono a portata di click, ma anche perchè presentano un linguaggio più vicino al loro stile comunicativo. Basta digitare una parola chiave oppure scorrere tra le varie pagine social per conoscere le principali notizie di attualità, politica ed economia. Il pericolo presente in rete però è quello della possibilità di imbattersi in notizie false e ingannevoli, come abbiamo spiegato in un articolo precedente, in quanto non tutte le fonti sono attendibili ed autorevoli.

Il giornale a scuola

Gi strumenti digitali ci possono aiutare ad invogliare i giovani alla lettura, proponendo contenuti affini ai loro interessi e creando degli spazi dedicati in cui ricercare le notizie. Inoltre sono fondamentali soprattutto per la DAD. Proprio per questo vogliamo proporvi due risorse interessanti ed utili anche in ambito didattico per portare il giornale in classe: Google News e Flipboard.

Google News

Google News è un servizio offerto da Google. È possibile utilizzarlo dal proprio pc oppure scaricare l’app su Google Play e App Store per visualizzare le notizie dal proprio cellulare o tablet. Questo strumento permette agli utenti di avere accesso a diverse informazioni provenienti dal mondo e redatte da diverse testate giornalistiche, che vengono divise per tipologia. Abbiamo infatti le sezioni: notizie locali, affari, scienza e tecnologia, intrattenimento e tanto alto. Ovviamente le notizie sono vagliate e mantegono un alto standard di qualità, in questo modo è possibile ovviare al problema delle fake news.

Come funziona

Accedere a Google News

Se si utilizza Google News dal computer è necessario aprire il browser Google Chrome e poi effettuare l’accesso con il proprio account Google. Se non si possiede un account basta cliccare su “Accedi" in alto a destra e poi su “Crea account". Dopo aver inserito i propri dati ed effettuato pochi passaggi l’operazione sarà completa. Una volta effettuato l’accesso si potrà cliccare sul simbolo dei nove pallini che comparirà a fianco alla nostra icona e poi selezionare News, in alternativa si potrà digitale Google News nella barra di ricerca.

Se decidiamo di scaricare Google News su un dispositivo mobile basterà aprire l’App Store o Play Store, in base al sistema operativo del cellulare o tablet, digitare il nome dell’applicazione nella barra di ricerca e poi cliccare su “Ottieni". In pochi secondi l’app sarà disponibile.

Schermata principale

Una volta aperta l’app, automaticamente compariranno le notizie principali e quelle in evidenza. Puntando il cursore sulla fonte della notizia compariranno tre pulsanti: cliccando sul primo potremo salvare la notizia per leggera successivamente, sul secondo potremo condividerla su Facebook e Twitter oppure copiando il link e sul terzo avremo la possibilità di scegliere se visualizzare o meno notizie simili.

Le varie sezioni

Nella sezione “Per te" saranno visibili dei contenuti dedicati al lettore in base agli interessi e alle ricerche fatte.

In alto è presente una barra in cui è possibile effettuare una ricerca per parola chiave; compariranno i contenuti correlati e sarà possibile seguire un determinato argomento cliccando sulla stellina in alto a destra. Sarà poi possibile visualizzarlo nella sezione “Stai seguendo", in cui sono riportate anche le ricerche e le notizie salvate. Per aprire una notizia basta cliccare sul titolo e si verrà reindirizzati sulla pagina del giornale su cui è stata pubblicata.  Cliccando invece su “Visualizza la copertura completa" si potranno visualizzare tutti gli articoli di diverse testate giornalistiche e feed presenti su piattaforme social che riguardano quella tematica.

Flipboard

Flipboard è un’applicazione disponibile per i sistemi Windows, Android e IOS che permette di creare una sorta di rivista digitale in cui vengono mostrate notizie prese da diverse fonti, come ad esempio testate giornalistiche, blog e social network, e che riguardano vari argomenti, in base alle preferenze espresse dal lettore. L’utente può in qualsiasi momento personalizzare i contenuti, aggiungendo nuovi elementi o persone da seguire.

Come funziona

Dopo aver scaricato l’App sul cellulare o tablet  comparirà una schermata in cui ci verrà chiesto di selezionare almeno tre categorie tra quelle proposte, ad esempio notizie, tecnologia, fotografia, scienze, sport ecc. Questo passaggio permetterà a Flipbpoard di capire i nostri interessi.

Sarà possibile effettuare la registrazione o utilizzando il proprio account Facebook, Google o Apple/Android oppure inserendo il proprio nome e cognome, la propria mail e una password, altrimenti si potrà scegliere di fruire della risorsa senza registrarsi.

A questo punto potremo accedere alla home dove, scorrendo con il dito dal basso verso l’alto, potremo sfogliare vari articoli che rispecchiano le categorie da noi selezionate all’inizio. Basterà cliccare sul titolo di un articolo per essere reindirizzati sulla pagina web del sito su cui è stato pubblicato. Per ogni articolo avremo la possibilità di scrivere un commento, condividere la notizia, mettere un like e di inserire il contenuto in una raccolta (se ne potrà creare una da zero oppure selezionarne una tra quelle già presenti).

Le varie sezioni

Cliccando sull’icona dei quattro quadratini sarà possibile visualizzare i temi che seguiamo, seguire delle persone per vedere i contenuti che hanno condiviso (si potrà scegliere tra i profili inseriti nella sezione suggeriti, si potranno importare i profili da Twitter oppure dai propri contatti), e inoltre si potranno associare a Flipboard i propri profili presenti su varie piattaforme, come ad esempio Tumblr, Twitter, Youtube, The New Yorker, e visualizzare i contenuti in essi condivisi. Cliccando invece sull’icona della lente d’ingrandimento sarà possibile ricercare un tema o un argomento utilizzando la barra di ricerca posta in alto, oppure si potrà scegliere una delle sezioni sottostanti e le testate giornalistiche o le fonti da seguire o ancora si potrà scegliere una tematica specifica come ad esempio per la categoria sport: serie A, tennis, formula 1 ecc.

Questi contenuti verrano poi riportati nella Home e si aggiungeranno alle categorie che già seguivamo. Abbiamo anche l’icona di un messaggio che ci permette di visualizzare le notifiche che abbiamo ricevuto, dove sarà possibile visualizzare i like, i commenti, le persone seguite e le attività svolte, e i contenuti condivisi con noi.

L’ultima icona corrisponde al nostro profilo, in questa sezione possiamo aggiungere il nostro nome utente, scrivere una piccola biografia con le informazioni personali più rilevanti e inoltre possiamo creare una rivista che comprenda fonti specifiche, come ad esempio blog e contenuti presi da un social network, riviste da condividere con un gruppo o che racchiudano i contenuti più importanti o graditi dal lettore. Cliccando sulla rotella in alto a destra si potranno modificare le impostazioni, ad esempio si potrà scegliere una diversa modalità di visualizzazione delle notizie, si potranno visualizzare le edizioni di altri paesi, il che può essere utile per migliorare le proprie competenze linguistiche, e si potrà impostare la dimensione del testo.

Per creare una rivista dovremo necessariamente effettuare l’accesso; una volta inserito il titolo e la descrizione sarà possibile aggiungere le fonti. Creata la raccolta potremo aggiungerla alla home cliccando sui 3 puntini, in qualsiasi momento potremo modificarla e aggiungere nuove fonti. Come precedentemente specificato, è possibile creare una rivista da condividere, basterà cliccare sui tre puntini e poi su “Invita collaboratori" e si potrà scegliere il metodo di condivisione, ad esempio inviando il link tramite email, messaggio, condividendolo su Twitter o Facebook ecc. e poi basterà inserire l’indirizzo email, il nome del profilo o il numero di cellulare di coloro con cui vogliamo condividere la rivista ( i dati non vengono salvati dall’applicazione, semplicemente si aprirà la nostra casella di posta oppure il nostro profilo social). In alternativa possiamo cliccare su “Crea una nuova rivista" e poi sul secondo pulsante.

Se clicchiamo sulla rivista, in alto a destra comparirà una rotella per modificare le impostazioni dove potremo cambiare l’immagine di copertina e modificare i collaboratori; cliccando invece sulla matita si potranno inserire testo, foto (prese dal rullino o scattate al momento) o elementi esterni. Per eliminare una raccolta basta cliccare sempre sui tre puntini, poi su “Modifica" e infine su “Elimina".

Come utilizzare queste risorse nella didattica

Queste applicazioni possono essere molto utili soprattutto in ambito educativo perchè non solo permettono agli studenti di avvicinarsi alla lettura e all’approfondimento di questioni legate all’attualità, alla politica, alla salute, ma anchè perchè danno la possibilità agli insegnanti di incentrare le loro lezioni su tematiche rilevanti utilizzando un approccio alternativo. Soprattutto adesso che l’insegnamento dell’educazione civica è tornato obbligatorio nelle scuole di ogni ordine e grado, è possibile adottare la lettura del giornale a scuola come una pratica frequente per responsabilizzare gli alunni e per permettergli di imparare valori quali il rispetto per gli altri e per l’ambiente, l’integrazione sociale, l’importanza della partecipazione alla vita politica del proprio paese e della cittadinanza attiva.

Inoltre è possibile leggere articoli in altre lingue, come abbiamo visto per Flipboard, per migliorare la comprensione della lingua inglese e per imparare nuovi vocaboli. Gli studenti potranno anche dibattere sugli argomenti affrontati in lingua straniera per rafforzare le loro capacità espressive e comunicative. Grazie a queste risorse il docente potrà creare delle raccolte personalizzate dove inserire i contenuti da sottoporre ai propri studenti, anche mostrando ad esempio i diversi punti di vista da cui uno stesso argomento viene trattato per far sì che gli alunni sviluppino pensiero critico e capacità analitiche. Per di più questa è un’attività che può essere svolta anche nella didattica a distanza, visto che ogni studente può utilizzare i propri dispositivi per accedere alle informazioni.